fbpx

In occasione dell’evento di Energie per l’Italia dello scorso week end, Claudio Bertolotti ha introdotto la parte di programma di governo dedicata alla sicurezza. Analista strategico ed esperto di Islam, già capo sezione sicurezza e counter-intelligence in Afghanistan è membro della squadra di Stefano Parisi, per il quale, ça va sans dire, cura le tematiche difesa e, appunto, sicurezza.

Nel suo intervento, l’analista, ha evidenziato come la base per ottenere la reale libertà nella società sia il sentirsi sicuri, in piena coerenza con lo spirito liberale del movimento.
La critica che ha mosso nei confronti dell’attuale situazione si può riassumere in due concetti: difficoltà operative delle, comunque ottime, forze polizia, dovute alla mancanza di turnover e dei tagli al bilancio e totale assenza della certezza della pena per i criminali fermati a vario titolo.
Secondo il Nostro, da un lato questa situazione porta il cittadino a percepire un costante senso di insicurezza, dall’altro demotiva il personale delle forze di polizia che spesso vede il proprio lavoro frantumarsi contro le miriadi di tutele dei malviventi.

Capitolo a parte è stato dedicato al terrorismo islamico. Il ricercatore ha spiegato chiaramente quanto la prevenzione e il contrasto alla radicalizzazione religiosa siano fondamentali per la sicurezza, le misure proposte in tale direzione sono: l’istituzione di un organismo nazionale per il monitoraggio e la prevenzione del radicalismo religioso e di un registro dei ministri del culto che preveda un percorso formativo ministeriale vincolante, l’autorizzazione per i luoghi di preghiera legittimi e la chiusura di quelli non autorizzati e il divieto di finanziamenti esteri da soggetti non riconosciuti dallo stato italiano (NdR: vedasi fondazione dei paesi wahabiti come l’Arabia Saudita).

Enfasi particolare è stata infine posta a favore di un incremento degli investimenti in intelligence antiterrorismo.

Non possiamo che augurare una grande in bocca al lupo al nostro amico Bertolotti, sperando in una svolta liberale per il Paese e una società più sicura.

Diffondi il Liberalismo!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categories: Società

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts

Attualità

Basta un clic! L’ignoranza in cattedra (e al governo?)

Nei giorni scorsi, l’intero mondo dell’informazione e della finanza è stato investito da una bozza di programma del governo in procinto di nascere. Il punto che più ha fatto scaldare i mercati e che li Read more…

Attualità

Obiezione ai “genderfluid”, ossia chi non si considera né uomo né donna

Non mi si creda cattivo o insensibile, ma non capisco davvero per nulla il grande problema che i “liberals” hanno sollevato in America sul “Gender assuming”. Per chi non lo sapesse, alcune persone rifiutano di Read more…

Attualità

Egoismo individuale e bene collettivo: la favola delle api

Qual è il segreto per costruire una società prospera? Una società in un cui la ricchezza sia capillarmente diffusa, in cui l’individuo sia libero di realizzare a pieno il proprio potenziale? Per secoli, filosofi e Read more…