fbpx
  1. Conoscere i personaggi della Letteratura Liberale. Parleremo tanto dei grandi personaggi che hanno costruito la ricca Letteratura del Pensiero Liberale. Da Adam Smith, John Locke e John Stuart Mill, fino a Friedrich Von Hajek, Ludwig Von Mises. Per non dimenticare i grandi politici che hanno realizzato le riforme liberali, come Camillo Benso di Cavour, Margaret Thatcher e Ronald Reagan.
  2. Autodeterminazione della Persona. Siamo favorevoli al diritto naturale della persona di esprime i propri interessi liberamente. Nella nostra cultura rientra la difesa della persona e contro ogni pretesa del potere statale di poter decidere, governare o influenzare la propria vita. Lo Stato non può essere il padrone.
  3. Libero Mercato. La Libertà di comprare, vendere e scambiare è una delle più antiche libertà conosciute dall’uomo. Avere la possibilità di avere risultati grazie al lavoro personale è la prima Proprietà Privata che possiede l’uomo. Intervenire, dunque, per garantire la piena competizione e concorrenza e spezzare qualsiasi Monopolio o Capitalismo di Stato.
  4. Meno Tasse. Nella nostra cultura siamo favorevoli ad una politica che tuteli i meriti, i sacrifici e l’abnegazione dei lavoratori dall’eccessiva tassazione. Le tasse non devono essere un limite per le persone, ma solo un sistema per soddisfare alcuni bisogni fondamentali in cui i privati cittadini non riescono a soddisfare, come la sicurezza, la giustizia e la realizzazione di infrastrutture.
  5. Meno Burocrazia. Se ciascun cittadino è ricco, la nazione ne potrà senz’altro beneficiare. La burocrazia esiste per tutelare i cittadini, non per penalizzare.
  6. Meno Stato. Siamo favorevoli ad avere uno Stato Limitato che non sia inteso come Stato Debole. Per noi Stato Minimo vuol dire avere uno Stato che si impegni maggiormente sui compiti fondamentali, come garantire giustizia, sicurezza, difesa e tutela dei poveri. Riteniamo che qualsiasi intervento dello Stato, sul campo del lavoro e dell’economia, altera il mercato e rende tutto meno libero per chi produce ricchezza.
  7. Più Libertà. La nostra idea è di andare oltre la convinzione di  uno Stato Paternalista. Il Paternalismo è nemico della libertà. Per questo motivo, riteniamo che i Governi si dovrebbero limitare di garantirci il diritto di “dare il meglio di sè”, non di intervenire per regolare la nostra vita quotidiana.