fbpx

Buonsenso VS Senso Comune, Populismo, Socialismo.

In Politica

La parola Buonsenso vuol dire “Capacità naturale, istintiva, di giudicare rettamente, soprattutto in vista delle necessità pratiche.
Come immagine del post ho messo la citazione di Alessandro Manzoni, perché il grande scrittore dell’Ottocento, con poche parole, riesce a centrare il punto.

Con la sua citazione, Manzoni intende la parola “Senso Comune” come l’opinione della maggioranza che non regge contro la saggezza dei singoli. Per timore di non avere consenso, noi non riusciamo a dire la nostra opinione e preferiamo accodarci con la linea della maggioranza.

Oggi siamo nell’era del Populismo. La parola populismo vuol dire “atteggiamento ideologico che, sulla base di principi e programmi genericamente ispirati al SOCIALISMO, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi.”

Tutti i partiti, più o meno, adottano il sistema populista. Perché accade? Perché siamo da troppo tempo abituati a pensare che siano i governi gli unici a risolvere i nostri problemi. Diamo per scontato che sia inevitabile che la politica si occupi di un numero enorme di decisioni. Abbiamo l’ossessione politica per le dimensioni, dimenticandoci della persona e delle sue potenzialità.

In conclusione, ritengo sia opportuno mettersi in discussione e mettere in discussione quanto viene detto dalla maggioranza è da quanto viene raccolto dai politici populisti.
Nonostante sia vero che il Buonsenso sia una cosa personale è soggettiva, vorrei dire, forse con provocazione, che noi liberali non dobbiamo temere di essere impopolari perché le nostre idee o proposte per l’Italia sono per la tutela della persona, della sua famiglia, dei suoi risparmi o guadagni, dei suoi meriti e dei suoi successi.
Quindi noi non partiamo per rendere forte lo Stato per migliorare il cittadino, ma partiamo dai comportamenti del cittadino per rendere forte lo Stato.

Articoli consigliati

Inizia a scrivere e premi Enter per cercare