fbpx

Welfare per pochi, costoso per tutti

In Politica, Società

 

Due sociologi (Perez Diaz e Rodriguez, 1994), analizzando la Spagna, hanno parlato di società “a quattro cantoni”, ossia di un sistema socio-istituzionale articolato in quattro distinte aree caratterizzate da specifiche opportunità di lavoro/reddito e di spettanze previdenziali:
1. Occupazione Garantita
2. Occupazione Temporanea e Irregolare
3. Occupazione Sommersa
4. Ex Occupati,  Disoccupati e  Non Occupati.

La Spagna, rientra con Italia, Grecia e Portogallo, nel modello di welfare sud-europeo. Questo non è proprio un modello come quello Universalistico della Scandinavia o come quello Lavorista-Corporativo Bismarckiano presente in una buona parte del centro Europa, ma come analizzato dal sociologo Maurizio Ferrera (1996) si rilevano dei tratti comuni che permettono di fare una costruzione del modello sud-europeo di Welfare.

Quali sono i tratti distintivi del modello sud-Europeo?
Carattere Dualistico 1 (Occupati Garantiti vs Occupati NON Garantiti);
Carattere Dualistico 2 (Lavoratori in settori strategici per lo Stato vs Lavoratori in settori NON strategici per lo Stato);
Assunzioni nella Pubblica Amministrazione come rimedio alla disoccupazione.

Spiegherò i due tratti seguendo il caso italiano.
Carattere Dualistico 1. Come tutti sappiamo in Italia, già da vari decenni, esistono categorie di lavoratori che godono di super-assistenzialismo da parte dello Stato e altre categorie che, invece, vengono ampiamente trascurate.
Nella prima categoria rientrano:

  1.  Dipendenti pubblici;
  2.  Dipendenti di aziende medie e grandi con contratto a tempo indeterminato.

Queste categorie godono di protezioni statali di ogni genere (malattia, maternità, disoccupazione parziale o temporanea) e di pensioni molto generose.
Chi non rientra in queste due categorie sono, invece:

  1.  Lavoratori di settori irregolari o stagionali
  2.  Lavoratori dell’economia sommersa
  3.  Giovani in cerca di occupazione
  4.  I nuovi Disoccupati

Questa categoria, nonostante paghino delle tasse (tranne quelli dell’economia sommersa), non godono di alcuna tutela da parte dello Stato.

Quindi, possiamo iniziare a trarre la prima conclusione:
Se consideriamo che in Italia sono sempre meno le persone che rientrano nella prima categoria e sempre maggiori nella seconda, vuol dire che abbiamo tanti lavoratori che pagano le tasse ricevendo meno di quello che pagano.

Carattere Dualistico 2. Non è solo una questione di grandezza dell’azienda, ma anche dell’importanza di cui gode un’azienda secondo lo Stato. Se l’azienda ha un valore strategico, il garantismo protettivo sul lavoratore è maggiore nei confronti dei lavoratori che lavorano in aziende che non sono strategiche per lo Stato. Bisogna evidenziare come la categoria sia presente in una forma più ridimensionata rispetto al passato.

Assunzioni nella Pubblica Amministrazione come rimedio alla disoccupazione. Inutile dire troppe parole, ma già dagli anni settanta – inizio della recessione economica e inizio della spesa di erogazione clientelare – si cerca, per consenso e per rimediare ai problemi (soprattutto del meridione), a ricorrere allo strumento delle assunzioni nella Pubblica Amministrazione come soluzione per risolvere il problema della disoccupazione.

Tirando le somme, in Italia abbiamo il seguente quadro della situazione:

  1. Le categorie dei protettissimi in Italia è in calo, ma rimane ancora molto forte (soprattutto se consideriamo le pensioni che ricevono gli ex lavoratori delle categorie prima citate)
  2. Le categorie dei NON o POCO protetti sono in aumento, se consideriamo l’attuale disoccupazione giovanile in aumento o delle donne.

A questo problema bisogna tenere in conto altri due problemi:

  1. Eccessivo squilibrio tra lavoratori-pensionati. Troppi pensionati, pochi lavoratori;
  2. I lavori “protetti” a disposizione sono sempre meno e i lavoratori si ritrovano sempre di più in lavori temporanei, irregolari o senza lavoro.

Come Risultato finale (se non si fanno delle riforme) avremo:
– I lavoratori pagheranno più tasse, ma riceveranno meno dallo Stato perché è più difficile entrare nella categoria dei Protettissimi.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search