State of the Union: meno tasse, più lavoro.

In Attualità

STATE OF THE UNION

Lo stato dell’union è forte. Come evidenziato dalle statistiche di polling di numerose agenzie di stampa, il discorso di Trump ha riscosso un approval del 70% tra gli americani che hanno ascoltato il discorso di ieri sera. Trump ha parlato del successo delle politiche economiche, quali gli sgravi fiscali, la liberalizzazione del mercato sanitario e la de-regolamentazione del mercato, messe in atto in questo primo anno della sua Presidenza.

In un discorso distintamente fattuale ed economico, il Presidente ha parlato dei tassi di disoccupazione storicamente bassi (degli ultimi 40 anni), l’espansione dei crediti d’imposta e lo storico tax plan approvato a dicembre. Un discorso rivolto alle imprese ma anche alle famiglie, liberate dall’aggravante peso fiscale che decurta da tempo i redditi e l’impiego nazionale.

IL NUOVO MOMENTO AMERICANO

Il “New American Moment” è un momento di liberalizzazione economica per le imprese, le famiglie e gli individui, un’America di meno tasse, più ricchezza e maggior stabilità lavorativa. Le soluzioni di mercato hanno creato 2,4 milioni di posti di lavori nel 2017, attraendo investimenti massicci come quelli della Apple che il 17 gennaio ha dichiarato di investire $350 milioni nei prossimi 5 anni, creando ben 20.000 nuovi posti di lavoro. Portando in vita una nuova libertà economica, l’amministrazione sta creando le condizioni di maggior benessere, più lavoro e meno stato.

Il Presidente ha sottolineato la sua linea forte nei confronti dell’Iran, la Corea del Nord ed alcuni beneficiari del sostegno finanziario USA che hanno preso posizioni antagonistiche. Una rinascita della diplomazia della forza, mirata a riequilibrare i rapporti con le alleanze e a ridurre le gravanti spese del foreign aid alle cosiddette flag-burning nations. Trump ha rimarcato la sua posizione nei confronti delle Nazioni Unite, menzionando il taglio dei fondi che potrebbe attuare per ridurre la spesa che lui spesso considera andare contro gli interessi degli Stati Uniti.

 

Recent Posts

Inizia a scrivere e premi Enter per cercare